Trovare l’ispirazione per scrivere

Vorresti scrivere ma non sai cosa? Hai bisogno di trovare l’ispirazione per scrivere? Hai il blocco dello scrittore? Il terrore della pagina bianca? Allora questo è il post per te! Anche se, ti avviso… è molto polemico!

Trovare l'ispirazione per scrivere - 8 1⁄2 di Federico Fellini
8 1⁄2 di Federico Fellini

Se uno ha bisogno di trovare l’ispirazione per scrivere, allora non ha niente da dire!

Ecco l’ho detto.
Rifuggo da post e libri con metodi empirici per riaccendere l’ispirazione: prendere il proprio nome, girarlo al contrario, per avere un nome particolare che dovrebbe evocarci qualcosa e quindi ridonarci l’ispirazione… penso sia una vera scemenza!

Anche perchè diciamolo: ASIL (cioè il mio nome al contrario) non mi dice un bel niente! Invece se dico che so… Manolo, ecco mi partono già delle idee. Oppure Alice Munari o Silvio Sandrini… insomma vedo già una persona davanti a me, con ASIL invece vedo solo l’insegna di un asilo nido a cui è caduta la O.

L’ispirazione per me non è solo avere u’idea ma è anche la necessità di scriverla: affrontare un problema, vivere (seppur solo sulla carta) un’esperienza che non si avrebbe il coraggio di affrontare nella realtà, rivivere il passato, esorcizzare il presente.
O ancora: esplorare delle emozioni, provare dei sentimenti, calarsi nei panni di qualcun altro.

E gli esercizi di scrittura creativa?

Fare esercizi di scrittura creativa è utile a superare paure e a migliorarsi… ma non a trovare l’ispirazione. Facciamo un esempio con un tipico esercizio di scrittura creativa:

Prendi l’incipit di un libro che ti piace e continua la storia partendo dagli elementi presenti nell’incipit, senza copiare la storia originale.

È tutto bellissimo, tu prendi l’incipit de Il fu Mattia Pascal,

Una delle poche cose, anzi forse la sola ch’io sapessi di certo era questa: che mi chiamavo Mattia Pascal. E me ne approfittavo. Ogni qual volta qualcuno de’ miei amici o conoscenti dimostrava d’aver perduto il senno fino al punto di venire da me per qualche consiglio o suggerimento, mi stringevo nelle spalle, socchiudevo gli occhi e gli rispondevo:
‐ Io mi chiamo Mattia Pascal.

Luigi Pirandello

e cosa ne ricavi? Un testo con un omonimo del Mattia Pascal di Pirandello che probabilmente non fa nient’altro che vantarsi del suo nome.

Certo se prendi altri incipit il lavoro è un po’ più semplice come con Oceano Mare, che ha un testo più evocativo e meno legato a personaggi o fatti particolari:

Sabbia a perdita d’occhio, tra le ultime colline e il mare – il mare – nell’aria fredda di un pomeriggio quasi passato, e benedetto dal vento che sempre soffia da nord. La spiaggia. E il mare.

Alessandro Baricco

così inizi a scrivere una storia di una signora che ha sempre vissuto vicino alla spiaggia sognando di partire senza mai farlo. Ma magari a te non piace neanche il mare e dopo mezz’ora ti sei stufato di scrivere.

Quindi il mio consiglio è: se non avete l’ispirazione non scrivete, se non avete l’ispirazione e dovete scrivere per forza, perché siete legati ad un contratto editoriale per esempio, allora potete provare con i metodi empirici… altrimenti passate al vaglio la vostra vita, prendete coraggio e, invece di parlare per la cinquecentesima volta con il vostro amico o con vostro marito dello stesso problema, trasformate l’argomento che vi affligge in una storia!

Buone storie.


Se ti è piaciuto l'articolo:

Lisa Lardon

Amo le storie in ogni loro forma, leggo ostinatamente anche se sono lenta, scrivo dappertutto ? ? ?️

Un pensiero su “Trovare l’ispirazione per scrivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto